GREVE DES LOYERS

MANIFESTO

Niente reddito, niente affitto !

L’emergenza sanitaria Covid-19 sta generando una crisi economica senza precedenti, che andrà ad aggravare le disuguaglianze sociali e economiche. Alcune di noi rischiano di perdere la propria abitazione.

In queste ultime settimane, abbiamo potuto assistere a un gran numero di atti di altruismo spontanei, nel bel mezzo della crisi. Dalle collette di prodotti di prima necessità ai cori e agli slogan di incoraggiamento ai balconi, uscire dalla routine ci ha permesso di ritrovare l’importanza della solidarietà.

Insieme possiamo agire, difendere i nostri diritti e la dignità di tutte!

Ad oggi, il Consiglio federale e le autorità cantonali hanno sostenuto in maniera considerevole le imprese, ma non sembrano interessarsi al destino dei singoli e ai nostri bisogni fondamentali.

Il Consiglio federale ha concesso una proroga per il pagamento degli affitti e ha proposto prestiti a tasso zero, ma ciò non fa che ritardare l’inevitabile indebitamento.

Le nostre rivendicazioni

>> Condono di affitti e spese accessorie: il settore immobiliare genera da sempre profitti enormi e legalmente abusivi: il settore ha fatturato miliardi, negli ultimi vent’anni, sulle spalle degli affittuari. Ora è il momento di mettere da parte la logica del profitto, e di utilizzare questi guadagni per uscire dalla crisi.

>> Moratoria cantonale degli sfratti, anche per le case occupate: un numero crescente di contratti d’affitto verrranno disdetti per mancato pagamento. Le autorità non devono permettere l’espulsione degli affittuari. Le autorità cantonali hanno il diritto di sospendere gli sfratti per un periodo minimo di cinque anni.

>> I locatori pubblici devono dare l’esempio : bisogna agire subito. Per dare l’esempio, chiediamo che i locatori pubblici (per esempio le agenzie immobiliari pubbliche) sospendano con effetto immediato le pigioni locative e spese accessorie

>> Gli hotel e gli edifici inutilizzati vanno messi a disposizione di chi ne ha bisogno, in condizioni dignitose: centinaia di migliaia di m2 di superficie commerciale sono attualmente inutilizzati in diverse città svizzere, mentre ci sono persone senza domicilio. Con l’incombente crisi economica e le inevitabili ulteriori chiusure, gli spazi inutilizzati non faranno che aumentare. In quest’emergenza sanitaria, nessun’edificio abitabile deve restare vuoto.

È il momento di esigere che il Consiglio federale si faccia carico delle proprie responsibilità. In caso contrario, non avremo altra scelta che indire uno sciopero degli affitti e dei rimborsi.

Invitiamo sin d’ora tutte coloro che vedono il proprio reddito ridotto a sospendere il pagamento di affitto o ipoteca. A questo scopo, è necessario scrivere al proprio locatore o banca per chiedere l’esonero dal pagamento della pigione locativa. In copia, l’ufficio cantonale di competenza e il nostro collettivo (grevedesloyers-geneve@protonmail.ch).

Invitiamo anche tutte coloro che possono pagare il proprio affitto a partecipare all’iniziativa, informando il proprio locatore che non intendono pagare la pigione locativa di maggio 2020, in solidarietà con coloro che si trovano in situazione più precaria. La legge non consente ai locatori di terminare il contratto d’affitto per un ritardo nei pagamenti inferiore ai 30 giorni.

Condividete questo testo nel vostro vicinato, nelle attività commerciali e ovunque abbiate occasione, e esprimete la vostra solidarietà alle altre persone toccate dalla crisi appendendo un drappo bianco alla finestra o al balcone.

Siamo in tante, nel mondo, ad aver intrapreso sforzi collettivi per rifiutare di pagare per questa crisi, e perché nessuno venga sacrificato. Ritenendo che la nostra vita, e quella di tutte intorno a noi, valgano più dei profitti di agenzie e proprietari, abbiamo deciso di agire insieme.

E voi ? Perché non cominciare dal votro pianerottolo, dal condominio, o dal vicinato ?

Il successo del movimento dipende dalla vostra partecipazione numerosa! Affinché l’iniziativa venga riconosciuta nella sua legittimità e raggiunga risultati concreti, facciamo, ora più che mai, prova di solidarietà!

Collettivo Sciopero degli Affitti (Collectif Grève des Loyers) – Ginevra

*L’utilizzo del pronome femminile è scelto per facilitare la lettura e per includere tutte le identità di genere. Il movimento intende includere tutte, e nessuna discriminazione è tollerata.

DESIGN BY INFOMANIAK | POWERED BY WORDPRESS